agenzia di comunicazione | marketing e pubblicità | web agency | studio grafico | progettazione editoriale | Bologna | Italy

Programmare è un gioco da ragazzi. Coderdojo: istruzioni per l'uso

Blog

Coderdojo.

Anche a Bologna è arrivato Coderdojo: laboratori gratuiti di informatica per ragazzi dai 7 ai 14 anni. L'iniziativa originale nasce negli Stati Uniti  per poi arrivare in Europa e anche in Italia. E dopo Milano, Brescia, Firenze… arriva anche Bologna. La prima sessione si è tenuta lo scorso 11 maggio, presso l'Urban Center della Sala Borsa.

E noi c'eravamo. Sì perché quando si tratta di bambini, di didattica, di divertimento e di cose molto cool… beh noi non possiamo non farci coinvolgere! 

Il presupposto di questi laboratori è quello di iniziare i ragazzi alla programmazione, in particolare alla programmazione di giochi, attraverso un software appositamente creato per loro che si chiama Scratch ed è scaricabarile gratuitamente qui.

 

L'approccio all'informatica è decisamente ludico. Qui si impara a fare dei giochi… potenzialmente "simili" a quelli con i quali i bambini giocano per interi pomeriggi sul tablet o sulla console. Il software è appositamente studiato per offrire ai ragazzi delle stringhe di codice già pronte che possono "assemblare" per muovere il personaggio scelto, animarlo e via via creare un'intera azione di gioco. Una piattaforma davvero intuitiva che offre subito piccole e grandi soddisfazioni ai ragazzi.

I laboratori sono gestiti da mentor, che seguono i ragazzi con un metodo preciso, attenti a non influenzare la sperimentazione dei ragazzi, ma disponibili ad aiutare e a suggerire soluzioni, se richieste.

Occupandomi spesso di ludodidattica è stato per me inevitabile osservare l'approccio dei ragazzi con spirito critico, per capire come interagivano con la nuova "materia". Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, i laboratori di Coderdojo sono estremamente creativi. I ragazzi si mettono all'opera stimolando la loro fantasia e progettualità. Programmare un gioco significa anzitutto avere un progetto, sviluppare una sorta di storyboard, il che - tradotto in pratica - significa identificare un obiettivo preciso e trovare le soluzioni per realizzare la propria idea. Per trovare soluzioni, serve capire il linguaggio, imparare un metodo e applicarsi. Altro che noiose stringhe di codice… i ragazzi si sono subito messi all'opera dimostrando di riuscire ad acquisire molto velocemente le competenze necessarie. 

Proprio i più piccoli si sono dimostrati tenaci di fronte alle prime difficoltà. Se nella libreria di suoni a disposizione da applicare all'animale/avatar scelto non ci fosse il sound ideale, noi adulti probabilmente modificheremmo il nostro progetto adattandoci a quello che troviamo disponibile. Invece la domanda qui è stata "ma lo posso registrare io?" = perché mai dovrei cambiare il mio progetto? Io so dove voglio arrivare e devo trovare una soluzione. E infatti, la soluzione c'era. Simile situazione con un altro "piccolo nerd" che voleva aggiungere un fantasma alla libreria e ha visto bene di disegnarlo con l'apposito tool. 

La classe ha dimostrato anche capacità di condivisione, supportandosi a vicenda nella creazione dei singoli progetti. 

Conclusioni più che positive su questi laboratori di informatica per bambini che, oltre ad essere uno strumento educativo di tutto rispetto, contribuiscono anche a creare "piccoli consumatori consapevoli" di videogiochi e, più in generale, di informatica.

Ancora una volta una conferma che, spesso, siamo noi adulti a classificare determinate attività per un'età piuttosto che per un'altra. Già a sette anni un bambino è in grado di acquisire rapidamente le competenze necessarie per costruire la "sintassi" di uno script, personalizzarla e modificarla a piacimento e intuisce le potenzialità dell'attività, attratto dal divertimento del "gioco" e gratificato dalla soddisfazione del risultato raggiunto. Vi pare poco?

E come disse un giorno un signore famoso: "Everybody in this country should learn how to program a computer, because it teaches you how to think"  (Steve Jobs). Provare per credere.

 

Digital tutor

Consulenza strategica e orientamento

Alle PMI che si affacciano alla comunicazione digitale, Cocicom offre incontri di orientamento su web, social media e digital marketing.

Scopri

Collabora con noi

Sei un blogger o un web content manager e sei disponibile a collaborare con aziende e brand? Contattaci e presentaci il tuo sito o blog scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vuoi inviarci il tuo curriculum? Sappi che al momento non stiamo cercando personale. In ogni caso, se desideri comunque inviare il tuo curriculum, puoi farlo scrivendo alla Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Prima di scriverci ricordati di leggere la nostra Privacy Policy.

Seguici

Sulle nostre pagine facebook e pinterest troverai notizie, informazioni e curiosità su marketing e comunicazione. Spunti e aggiornamenti utili e assolutamente da non perdere!

Visita anche il nostro lifestyle blog parentesirosa.it

Contattaci

Contattateci per maggiori informazioni oppure per fissare un appuntamento.

La nostra sede è a Bologna, in zona Mazzini (uscita 11bis della tangenziale).

Contattaci